El Tango Poeta | Carlos Gavito …su La Via del Tango

pubblicato in: grandi artisti | 0

 

“Chi conosce questo segreto, vive il suo tango, su La Via del Tango, anziché esserne sopraffatto”

 

“Il segreto” di cui parlo in questo articolo, è la Poesia nel Tango, è la conoscenza di ciò che causa la naturale fluidità di un tango di assoluta bellezza, per evitare di vivere il tuo tango invano….

.
El Tango Poeta ti  Regala un Video! dura 4:38 minuti secondi, il tempo di un tango, e credo che valga la pena di guardarlo tutto con calma, perchè Carlos Gavito è un Poeta nel suo Tango.

 

 

Carlos Gavito y Maria Plazaola

 A Evaristo Carriego

Una Poesia   

 

 

 

L’altra mattina mi sono svegliato alle 5 e ho iniziato a girare per casa nella camera sotto gli occhi straniti di Carla che non capiva cosa stessi facendo.

 

In realta’, stavo cercando di risolvere un problema.

E’ una cosa che faccio spesso.

 

Ho un dubbio in testa, e inizio a pensarci camminando. . . e dopo un po’ le idee si schiariscono.

 

Il problema dell’altra mattina era questo:

Riflettevo…

 

Se ti stai cimentando da un po’ a ballare tango argentino a scuola o in milonga, quasi sicuramente ti sarà capitato di bloccarti ed avere la sensazione di non sapere più come si balla, com’è il passo, tutto diventa complicato.

 

E’ successo ancora anche a Te?

 

Mi capita anche che sopraggiungono momenti di stanchezza o di noia, e il Tango non riesca a darmi l’energia o semplicemente la curiosità per rinnovare l’entusiasmo e la voglia di ballare.

 

In questi momenti di sconforto allora che fare?

 

Più tardi ho capito che non ero solo. 

So che capita a molti tangueros e milongueras.

Anche a me lo confesso, capita questa sorta di bocco.

Ed è una delle sensazioni più odiose in assoluto.

 

Già perché difficilmente mi sento a mio agio in queste condizioni, è un po’ come se avessi un piede sull’acceleratore e uno sul freno.

 

Il risultato è che non accade nulla… o perlomeno, non è abbastanza.
Allora mi ritrovo deluso e frustrato perché il mio tango non decolla.

.
Ma pensa per un attimo..

.
Come sarebbe se non avessi bisogno di sforzarti di apprendere figure complesse?
Come sarebbe se in milonga tu potessi ballare una tanda in modo naturale e fluido?

.
Se ci fosse un’altra strada? Un viaggio nella Poesia… un modo molto molto più potente del metodo attualmente in uso nelle scuole?

 

Allora ricordi quando hai iniziato;

 

La gioia del tango inizia in una scuola quando il maestro sceglie una musica di tango ricca di sentimento di poesia, in genere facilmente orecchiabile, e tu muovi i primi passi.

Non ti dimenticherai mai di questo giorno.

L’emozione è forte e sei solo alla pagina uno.

 

Un giorno dopo l’altro imparerai una gran quantità di tecnica e molto probabilmente un bel numero di figure che in gran parte dimenticherai.

 

Ma va bene così …

 

Poi capita di incontrare lo stile di Carlos Gavito, un vero Poeta nel suo Tango con la sua naturale e fluida maestria.

.

El Tango Poeta è ricco di Sentimento capace di incoraggiarti….

.

 

Ecco ora mi trovo qui, alle 5 del mattino a chiedermi giustamente quale sia il segreto di Carlos Gavito un Maestro che ci ha regalato in testamento la prova che è possibile ballare un tango fluido ed in modo naturale, ricco di emozioni, portandoti a percorrere a scoprire un sentimento significativo, e a scoprire e capire di più di Tango, magari di Argentina, sicuramente della vita.

 

“Il Tango è per Gavito la fonte di tutto…”

 

Ed il Tango di Gavito è il risultato di una vita ricca, avventurosa, tragedia e commedia, vissuta sempre d’artista, con i suoi splendori e le sue miserie.

 

Si proprio giustamente mi chiedo quale fosse il suo segreto per raggiungere una tale padronanza e diventare quel personaggio che abbiamo conosciuto?

 

Quando la mente si confonde, accendo il computer, lo faccio di istinto.

Ad un certo punto mi imbatto, in un video in youtube, “A Evaristo Carriego (Carlos Gavito y Maria Plazaola)” .

Un brano nell’interpretazione allo stile Osvaldo Pugliese ballato da intensa emozione di una bellezza straordinaria.

 

Chi è Evaristo Carriego?

 

E’ da qui che bisogna partire per raccogliere il segreto?

 

Cerco e scopro che “Evaristo Carriego” è il titolo di un capolavoro di Jeorge Luis Borges.

Scava scava trovo “la canzone del barrio”, un’antologia di poesie e racconti del poeta argentino Evaristo Carriego

Bene ora so che la figura del Poeta Evaristo Carriego è tanto radicata nella memoria popolare argentina.

Il Capolavoro di Jeorge Luis Borges, poeta anch’esso, entra nella “materia”stessa di cui è fatta Buenos Aires

La musica di questo celebre tango “A Evaristo Carriego” è stata interpretata da Osvaldo Pugliese e da Astor Piazzolla.

 

A Evaristo Carriego è un imbattibile catalizzatore dell’energia d’arte.

 

Ecco qui il tema capitale: Il Tango è Poesia

 

come ogni rivelazione, si presta a essere frainteso.

 

 

la via del tango

 

 

Ora io mi interrogo sul senso di questa rivelazione, i personaggi coinvolti, Evaristo Carriego, Jeorge Luis Borges, Astor Piazzolla, Osvaldo Pugliese,
questi illustri protagonisti sono Poeti che raccontano ricche immagini, suoni, fantasie, vita, espressioni che commuovono.

 

Lo stesso autore del brano musicale Eduardo Oscar Rovira, che è stato un musicista e compositore argentino contemporaneo ed ammiratore di Ástor Piazzolla.

 

Tutti questi artisti protagonisti pare intendano suggerire una interpretazione completamente alternativa per vivere il proprio tango.

 

Così come convincenti sono loro e convincenti sono gli avvenimenti che hanno formato la storia e la cultura del Paese sudamericano, che i Poeti hanno descritto, disegnato, suonato, interpretato, allo stesso modo convincente è affermare che attraverso lo stile di un Poeta del Tango è possibile vivere in modo fluido e naturale il proprio tango e darti l’energia o semplicemente la curiosità per rinnovare l’entusiasmo e la voglia di ballare.

 

Carlos Gavito è un Poeta, un Poeta del Tango Argentino.

 

Per realizzare con disinvoltura un ballo fluido coinvolgente, ricco di sentimento, la Poesia è un passaggio importante.

Si direbbe che senza poesia non possa nascere un Tango, scoprendo così che se ci fai affidamento le difficoltà e lo sforzo svaniscono nel nulla.

 

Tutto diventa naturalmente fluido

 

Riporto qui di seguito un ultimo pezzo della descrizione del tango secondo Borges:

 

“Si può discutere sul tango, ed è quello che facciamo, ma esso racchiude in sé, come tutto ciò che è autentico, un segreto

 

e il suo segreto è la poesia stessa, puoi sensibilizzarti alla poesia del Tango e vedere cosa porta questa miscela di musica e parole ai tuoi passi.

Se all’apparenza può sembrare un consiglio difficile da applicare, vedrai tu stesso che funziona veramente bene.

Sul serio, dagli una chance!

 

Agendo in questo modo spalanchi l’accesso ad uno scompartimento segreto di informazioni che fino ad ora non avevi preso in considerazione.

Esaltando la sensibilità alla poesia del Tango, sentirai scorrere all’improvviso nuova linfa vitale, che dal tuo cervello scenderà maestosa nelle tue braccia, fino ad arrivare alle tue gambe che magicamente cominceranno a danzare fino all’alba un modo naturale e fluido.

 

All’inizio avevo paura che questo consiglio fosse utile solo per chi volesse fare il tanguero impegnato a tutti i costi, ma risultasse poco applicabile a chi vuole ballare.

Sbagliato!

 

In pratica funziona cosi:

 

Una volta che le parole e la musica della poesia del tango sgorgheranno fluenti nella tua mente, ti accorgi che balli un tango fluido in modo naturale.

Mi ha colpito parecchio questa rivelazione e da quella volta è diventata una “scorciatoia” nella quale mi rifugio spesso e volentieri, quando incappo nel fastidioso blocco …

 

Ma c’è un problema!

 

Questo accadrà solamente se nel cuore avrai ben radicata la sensibilità per la poesia, la musica, le parole del tango.

 

Solo in quel modo le figure si andranno naturalmente ad incanalare in quel letto, che ormai è ben disegnato nella tua mente e nel tuo cuore, diventando un fiume in piena, capace di travolgere anche gli animi meno sensibili.

 

Se Non conosci questo Segreto … il Tuo Tango sta vivendo invano!

 

Chi conosce questo segreto, vive il suo tango, anziché esserne sopraffatto.

 

Eppure oggi è il tuo giorno fortunato.

 

Puoi porre immediatamente rimedio a questa IMPERDONABILE lacuna, continuando a seguirmi nei prossimi post sul Blog La Via del Tango 

 

a presto Angelo e Carla

 

La via del Tango

 

 

El Tango Poeta è Poesia su La Via del Tango

pubblicato in: grandi artisti | 0

Tra le parole di una Poesia… su La Via del Tango

 

… Riecco una piccola Luce!

 

Toccati sino a mozzare il respiro, il tango non è soltanto ballare.

El Tango Poeta è un Abbraccio Intimo Intenso e Profondo per Conquistarti il Cuore.

 

El Señor Tango ti prende per mano e ti porta tra la gente a vedere tutto quel che accade, i temi forti della vita quotidiana.

Mentre il sudore gli bagna il viso e si mescola con il riso e con le lacrime, El Señor Tango racconta.

 

El Tango Poeta è Poesia su La Via del Tango. La Recitazione è la Vita.

 

 

la via del tango poesia e arte

 

Racconta i nostri giorni che ci scivolano addosso senza darci il tempo di fermarli.

 

Ma cos’è il Tango ?

.

E’ un ballo, una musica, una poesia, una passione, è una moda, una distrazione, uno sfogo, un’illusione.



Il Tango è la sublimazione di tutto ciò che avremmo voluto e che non abbiamo avuto.

E’ la proiezione di un desiderio struggente, la speranza che domani sia migliore.

E’ il bisogno di essere rapiti e di tornare a sognare.



Il Tango è la voglia di essere abbracciati, con un Abbraccio Intimo Intenso e Profondo, come bambini impauriti che implorano amore.   

.

Il Tango è la fame di non essere soli, di non restare nel buio di esistenze banali, è la catarsi di un dolore mai sopito.



Il Tango è due occhi adulti sgranati per la meraviglia, la sorpresa, la rivelazione, è l’incontro con lo Spirito inquieto, è ballare con la Vita mentre la Morte resta a guardare.



Il Tango è balsamo d’anima sulle cicatrici della passione, è una coperta calda che diventa rifugio negli inverni del cuore, è un velo sugli occhi che ripara dai lampi della realtà.



Il Tango è una verità possibile nell’impossibilità dell’esistenza umana, è un’intuizione, una fede, un’ossessione, è la mano che non ci lascia cadere nel vuoto.

Il Tango siamo Noi, piccoli figli di questo creato, fragili, potenti, vigliacchi, eroi
alla continua ricerca di Noi stessi tra le note di una canzone.    

.
Il Tango è un Abbraccio Intimo Intenso e Profondo per conquistarti il Cuore, tra le parole di una Poesia…….

 

Il contenuto di molti tanghi e delle  canzoni spesso va oltre la tematica tradizionale dell’ amore e della delusione d’amore.

I Poeti Compositori creavano dei veri e propri ritratti di vita….  

 

La Poesia di quest’Oggi :

 

Flor de Lino
Testo: Homero Expósito

 

 

 

La Voce di El Tango Poeta: Salvatore Mangiapane 

 

Testo Spagnolo e traduzione Italiana

 

Deshojaba noches esperando en vano que le diera un beso,
pero yo soñaba con el beso grande de la tierra en celo.

 

Trascorreva le notti aspettando invano che le dessi un bacio,
però io sognavo con il grande bacio dalla terra inquieta.

 

Flor de Lino,
qué raro destino
truncaba un camino
de linos en flor…

 

Fior di lino,
che strano destino
interrompeva un cammino
di lini in fiore…

 

Deshojaba noches cuando la esperaba por aquel sendero,
llena de vergüenza, como los muchachos con un traje nuevo:
¡cuántas cosas que se fueron,
y hoy regresan siempre por la siempre noche de mi soledad!

 

Trascorreva le notti quando mi aspettava per quel sentiero.
piena di vergogna, come i ragazzi con un abito nuovo:
quante cose che svanirono,
e oggi ritornano sempre per tutte le notti della mia solitudine!

 

Yo la vi florecer como el lino
de un campo argentino maduro de sol…
¡Si la hubiera llegado a entender
ya tendría en mi rancho el amor!   

 

lo la vidi fiorire come il lino
di un campo argentino maturo di sole…
Se avessi potuto capirla
regnerebbe nella mia casa l’amore!  

 

.
Yo la vi florecer, pero un día,
¡mandinga la huella que me la llevó!
Flor de Lino se fue
y el hoy que el campo está en flor
¡ah malhaya! me falta su amor.

 

Io la vidi fiorire, però un giorno,
maledetta la sorte che me la portò via!
Fior di lino se ne andata
e oggi che il campo è in fiore
ah mannaggia! mi manca il suo amore.

 

 

Hay una tranquera por donde el recuerdo vuelve a la querencia,
que el remordimiento de no haberla amado siempre deja abierta:

 

C’è una confine attraverso cui il ricordo, volge alla nostalgia
che il rimorso di non averla amata lascia sempre aperto:

 

 

Flor de Lino,
te veo en la estrella
que alumbra la huella
de mi soledad…

 

Fior di lino,
ti vedo nella stella
che adombra l’impronta
della mia solitudine…

 

 

Deshojaba noches cuando me esperaba como yo la espero,
lleno de esperanzas, como un gaucho pobre cuando llega al pueblo,
flor de ausencia, tu recuerdo
me persigue siempre por la siempre noche de mi soledad…

 

Trascorreva notti quando mi aspettava come io la aspetto,
piena di speranze, come un povero gaucho quando torna al paese,
fiore di assenza, il tuo ricordo
mi insegue per l’eterna notte della mia solitudine…

 

 

 

 

Cantato con la orquesta de Aníbal Troilo el vals “Flor de Lino”

Cosa conta nel Tango Argentino?.. su La Via del Tango

pubblicato in: grandi artisti | 0

 

Perché un Abbraccio conta più di 3 passi? (anche se meno esibito)

 

Cosa conta nel Tango Argentino? (su La Via del Tango)

 

Contano quanti bei passi coreografici fai… o la sensazione del Cuore nel tuo Tango?

 

Ovviamente dipende da quello che vuoi ottenere.

 

la via del tango mangiapane angelo

 

E il “risultato” che ottiene un ballerino è in qualche modo misurabile in maniera oggettiva?

 

Perchè se sei un ballerino e ti interessa soltanto esibirti per gli altri, con complessi passi coreografici, quello che conta sono solo quanti passi plateali incastri o quanto “figo” ti fa il tuo passo.

 

Ma è una visione decisamente limitata se ami La Via del Tango 

 

E’ semplice dire che se la misura con cui definisci i risultati è quella di quanto in evidenza ti mette il tuo passo coreografico; quindi più è complesso e più ottieni risultati migliori.

 

Ma quella, se non per alcuni, non è l’unica misura possibile.

 

Ovviamente ciò che ha a che fare con il cuore, il Sentimento, è più dificilie da comprendere e genera un numero minore di interessati… All’inizio.

Ma magari tra 3 anni di quel ballerino che si esibiva così bene in milonga, se ne sarà perso traccia, mentre chi ama con sentimento il tango, la sua musica la sua poesia, tra 30 anni, chi ha seguito il cuore, sarà ancora li in milonga, abbracciato alla sua compagna, ballando un tango di assoluta bellezza.

 

Solo che se non sei in grado di valutare la perfezione del Sentimento, per te, l’abbraccio della poesia del tango è esattamente uguale a quello di una noiosissima conversazione con una persona incontrata al bar.

 

Qual è il livello di dettaglio che sei in grado di percepire in un tango argentino… che ti permette di distinguere che “questo non è quello”?

 

Quando ho iniziato a frequentare la scuola di tango e ad imparare i passi e le figure, mettevo una figura dietro l’altra, con la musica di tango che il maestro sceglieva per la lezione, e non lo capivo, dopo un po’ mi veniva una stanchezza… ma sentivo che lì dentro c’era qualcosa di completo ed interessante che al momento non decodificavo e che proprio per questo mi “stancava” imparare.

Dopo 9 di mesi di frequenza costante, all’improvviso inizio a percepire tutto il ventaglio di sensazioni di quel tipo di linguaggio ed a intravederne la bellezza.

 

E’ così anche quando studi una lingua, prendi la patente, guardi dei film e non li capisci e dopo alcuni mesi di studio, all’improvviso il tuo livello di comprensione aumenta improvvisamente ed in modo non lineare.

 

La naturale fluidità e la bellezza spesso non sono immediatamente percepibili.

 

la via del tango angelo mangiapane

 

Richiedono accorgimenti, capacità di valutare e decodificare un vero e proprio linguaggio, che ancora non hai e che va costruita.

 

E questo richiede cuore e molto sentimento:

 

Come l’amore necessario per imparare una lingua.

.
Come il sentimento per comprendere quel qualcosa di più che senti nel ballo di Miguel Angel Zotto e Daiana Guspero.

 

Quanto tempo passi a studiare figure complicate e complesse al solo scopo di metterti in mostra?

 

Quanto tempo passi ad esporti a stimoli che riguardano il cuore del tango, il sentimento, la poesia, l’abbraccio, le musiche e le parole del tango, capaci di generare per te grande soddisfazione e che non ritieni importanti, ma che intuisci potrebbero diventarlo nel momento in cui inizi a comprenderli?

 

Perchè ti assicuro una cosa… nel lungo periodo la bellezza e l’armonia del tuo tango, dipende esclusivamente da questo rapporto.

Da quanto del tuo tempo dedichi a quello che non comprendi… per costruire la capacità e la sensibilità che ti consentiranno di comprenderlo e di farlo funzionare per te un giorno.

 

Ballando un Tango di assoluta bellezza, con un abbraccio intimo intenso e profondo per conquistarti il cuore

che succede prima o poi in maniera naturale quando hai chiaro ciò che conta veramente per Te.

 

angelo mangiapane e miguel angel zotto

Miguel Angel Zotto e Angelo Mangiapane

 

Un abbraccio a presto Angelo Mangiapane e Carla G. Colotti

su La Via del Tango

[VIDEO] Le Parole dell’Abbraccio Intimo Intenso e Profondo

pubblicato in: grandi artisti | 0

 

Ogni Storia nasconde un Segreto….  

 

Il Segreto della Storia del Tango è l’Abbraccio, Intimo Intenso e Profondo per Conquistarti il Cuore, le Sospensioni, le Pause.    

 

la via del tango un abbraccio intimo intenso e profondo

 

La T di Tango, è la T di Troilo con il suo bandoneón, è quel modo di utilizzare tutta l’Ampiezza di quel Mantice e di Richiuderlo, come un’Abbraccio. 
 

 

E’ questa la Grandezza del Segreto.     
 

 

 
Questo Segreto è Espresso in questo Video.   
.
 .
.
 Per Vedere il Video Clicca su Play e alza a palla l’Audio
. .
.
Un Video che forse è sfuggito a molti Tangueros…    
 
 
Tu dici Tango e…. dici Abbraccio    
 
 

Il Tango è Abbraccio, non esiste Tango senza Abbraccio Intimo Intenso e Profondo   

 

 

 
Il Video che stai per Vedere è Controverso.  
 
 
Durante il Video si parla di Abbraccio nel Tango così denso da Parlare al Cuore. 
.
Due Anime si incontrano per fondersi. Il tuo seno e il suo cuore vibrano insieme.    
 
 
Come il Bandoneón e il Violino, che irradiano un grande piacere alternandosi nel segnare il compas del corazon o la melodia, per poi unirsi, nel finale, a tutta l’orchestra.  
 
Ho Intervistato il Musicalizador Francesco El Actor  internazionale .
.
 

 

 la via del tango francesco el actor
.
 
L’Intervento di Francesco El Actor contiene Scioccanti Rivelazioni.  
 

 

Non è Raro vedere come ogni Tango è un atto Speciale Intimamente condiviso.   
 

 

Guarda il Video Ora su La Via del Tango   
 
 
Scopriamo allora cosa ci riserva  Francesco El Actor
 
 
 
 
 
angelo mangiapane carla colotti la via del tango

 Autori de La Via del Tango – Angelo Mangiapane e Carla G. Colotti 

 

 

¡Qué sople el viento pampero aquì …..| Papa Francesco

pubblicato in: UN TANGO PER PAPA FRANCESCO | 0

 

Soffia il Vento Pampero dell’Epoca de Oro, nella Piazza 2×4 nel Cuore di Roma

 

Le Parole di Papa Francesco:

“Les deseo que puedan hacer un buen espectáculo”

 

 

Ecco…Direzione Roma ….!

 

 

angelo mangiapane roma

 

Angelo Mangiapane – La Via del Tango      

 

x

 

Tutto è partito con un gesto semplice, il richiamo di Cristina Camorani, un incredibile e folgorante tam tam su Facebook

 

Io e Carla abbiamo risposto alla chiamata lanciata da questo

“Vento Pampero”

 

e siamo a ROMA … trasformata in AMOR

 

angelo mangiapane la via del tango

 

Carla G. Colotti – Norma Menotti – Lucio Cangianiello 

 

 

Non ci penso!

 

Ricordo solo Una Voce nella Notte che mi dice:

Angelo puoi Sognare….

 

lì capisco che si tratta di Francesco, il mio Papa; e scatta la mia Meraviglia.

 

 

Dico a Carla Colotti, siamo capaci di sognare insieme a Cristina Camorani?

 

Siiiiiii 😉

 

 

cristina camorani roma

 

Cristina Camorani 

 

Andiamo io e Carla e tutto il pullman di Brescia

a piazza S.Pietro per incontrarci tutti insieme più’ di 3.500 amanti del tango argentino, un emozione indescrivibile….

 

per il Suo compleanno! per Papa Francesco, un Padre capace di parlarti colpendo dritto al cuore.

 

Un incontro sui sanpietrini …sulle note di Astor Piazzolla, mescolati ai pellegrini.

 

un incontro nato con spontaneità, come spontaneo è stato il saluto di Papa Francesco, il suo “buongiorno” dato all’inizio a tutti noi , questo modo semplice con il quale ci ha salutato.

 

Un Uomo così Grande che riesce a ridurre le distanze come in un Abbraccio di Tango.

 

Io Angelo Mangiapane e Carla G. Colotti, insieme a tutte le coppie di “tangueros”, dopo aver urlato “Tanti auguri, Francesco!”

con i nostri foulard bianchi al collo, con la scritta sovraimpressa “Un tango per Papa Francesco”

 

 

con la stessa semplicità abbiamo regalato un Dono a Francesco.

 

Muovendoci con quella semplicità che tanto piace al nostro Santo Padre.

Ballato per Lui e con Lui, con il Cuore, anziché con i piedi….

 

proprio davanti al Cupolone, con una Gigantesca Milonga…
sembrava di essere in Argentina.

 

 

papa francesco roma

 

Un Tango per Papa Francesco 

 

Ballato per un Papa che ha rivoluzionato il Mondo, che azzera i conflitti, che riavvicina i Popoli con un Abbraccio.

Ho dovuto chiedere a Dio di non farmi piangere proprio li davanti a tutti in piazza, piangere di Gioia …..

 

Tanti auguri Papa Francesco per i tuoi 78 anni.

 

Questo strano compleanno, in compagnia di migliaia di tangueri a Roma, nella piazza del Bernini un colonnato che abbraccia , per ricever a braccia aperte tanta gente così diversa, perché il tango è nato per unire le famiglie.

 

Tutto è partito con un gesto semplice…..

e siamo a ROMA … trasformata in AMOR

 

 

si è affacciato il sole e ci ha abbracciati con lo stesso calore caldo e splendente del Carisma di Papa Francesco, nel suo cuore la musica di Astor Piazzolla, Osvaldo Pugliese e Anibal Troilo, Juan D’Ariezo.

 

 

Con la Musica “Libertango”, dove ci sono Abbracci, non ci sono guerre.

 

 

Non solo Piazzolla, ma l’orchestra di D’Arienzo, Carlos Gardel, Julio Sosa, Amelia Baltar.

 

Quanto Tango… Quanto Vento Pampero Soffia?

 

Questo Vento porta un mondo migliore perché è Abbraccio, Musica e Poesia.

 

Perché il Tango non è solo un ballo, il tango è necessità di esprimere la gioia, il dolore e i sentimenti gli affetti.

 

 

 

 

 

angelo mangiapane e carla colotti

 

Carla G. Colotti ” Reporter” – Angelo Mangiapane ” El Tanguero Loco 😉 “

 

adriana pedrotti

 

Adriana Pedrotti – Irene Carrara – Garda Illegal Tango 

 

Mi Chiedo che Significa questa Esperienza piccola o grande che sia?

 

…per me grande perché è una esperienza straordinaria che mi ha regalato qualcosa..

 

Pensa!!! ero andato per fare un Dono e invece l’ho ricevuto. 😉

 

Il mio Papa ha riacceso la Speranza……. con le sue parole e i suoi gesti, così poco convenzionali.

E, come per incanto il Sogno ha conquistato la Realtà

 

 

angelo mangiapane e cristina camorani la via del tango

 

Grazie Cristina Camorani

Angelo Mangiapane e Carla G. Colotti – La Via del Tango 

.

.

Corpi in un Tango Argentino

pubblicato in: grandi artisti | 1

 

Si era seduta al lato opposto della panchina, tra loro, abbastanza spazio perché qualcun altro potesse accomodarsi.

Tra loro, un fantasma riempiva quel vuoto e li divideva; lei non voleva toccarlo, non voleva sentire il calore del suo corpo.

Non voleva evocare sensazioni che, con tanta fatica, aveva soffocato da tempo.

 

Entrambi parlavano evitando di guardarsi.

 

Parlavano come fossero soli.

 

Guardavano il fiume.
La musica era così lontana, che parve uscire da un sogno, ad un tratto…forse un ricordo, che si faceva strada tra i veli di malinconia che avvolgevano la loro mente.

 

All’inizio…

 

Ma no, non stavano sognando.
Una piccolo gruppo di musicisti di strada stava suonando.

Un tango…

Ora la musica era più vicina.
Si fermarono a poche decine di metri, in una piccola piazza che si affacciava sul fiume. Lei sentiva la malinconia delle note, fondersi con la sua.

Giro’ lentamente la testa verso di lui e lo scopri’ a guardarla.

Come allora…

.
Il cuore straripo’ cancellando gli argini della ragione.

.

 

la via del tango

 

 

 

Distolse lo sguardo e respiro’ a fondo, cercando di rallentarne i battiti.

 

Prepotenti, i ricordi, premevano per sconvolgere ancora una volta i suoi sensi.

Lottava per spingerli di nuovo in fondo ma, quella musica, che tanto amava, la tradiva, togliendole forza!

Immagino’ il corpo di lui che si avvicinava al suo, che la stringeva ancora in quel ballo inebriante.

Lo vide di nuovo, nudo, scendere sopra il suo, la sua pelle sudata, il suo alito sul viso…

 

E senti all’improvviso la mano, sulla sua.

 

 

Senti’ una scossa attraversare violenta il suo braccio, sfondare senza riguardo i muri del cuore ed esplodere dentro la testa.

La sua volontà svaniva, penso’ di fuggire, ma il suo corpo, docile, segui’ lui sulla strada e, come allora, strinse quella mano come fosse l’unico appiglio alla vita.

Lui si fermo’, comincio’ a muovere lentamente il corpo accordandolo con il ritmo della musica, lei, con gli occhi chiusi, “sentiva” ogni movimento, anche il più impercettibile, del corpo di lui, attraverso le braccia , le sue mani…

 

Si abbandono’ totalmente, come in un dormiveglia…le gambe si muovevano senza alcun comando da parte sua, parevano guidate dalla volontà, dalla mente di lui.

Dopo qualche passo’ la fece girare intorno a lui; ebbe per un attimo la sensazione che l’unica cosa possibile, l’unica cosa che avesse un senso, fosse questa.

 

 

Girare intorno a lui, alla sua vita.
Lui, con un gesto deciso, l’attiro’ a se’ in un abbraccio.

 

 

La sua bocca, così vicina al collo di lui, quasi da sentirne il sapore, i muscoli tesi, sotto i suoi baci…ricordava…

 

Era ubriaca, aveva dimenticato il suo corpo, che si muoveva fluido sotto i comandi del corpo di lui.

 

 

Le sue gambe la toccavano a tratti , il suo braccio, forte e deciso, la stringeva…ora i respiri perfettamente accordati, come fossero uno.
Non distingueva più le sensazioni evocate dal ricordo e la realtà del momento…

 

 

Tutte si fondevano e confondevano tra loro.  

 

 

 

la via del tango poesia

 

 

Ed i sensi, sempre più violenti, un energia avvolgente la spingeva sempre più a cercare il contatto con quel corpo desiderato…
Il piede di lei, insicuro su quei tacchi troppo alti, si sollevo’ lentamente da terra, dolcemente comincio’ a scivolare, accarezzando con passione, prima la caviglia di lui, poi salendo, il polpaccio, il duro muscolo della coscia contro la sua…

 

 

Un brivido le attraverso’ la schiena…

 

 

Apri’ la gamba e la lascio cadere lentamente tra le gambe di lui, il quale, con un gesto sicuro, la riattiro’ al suo petto.

 

Di nuovo, l’odore del suo corpo.

 

Lui tremo’, sentendo l’alito caldo di lei e le sue labbra sfiorargli l’orecchio.

Appoggio’ la bocca tra i suoi capelli.

 

 

I loro corpi, aderenti, si muovevano all’unisono, come in un amplesso.

Non erano più li’.

 

 

L’unico elemento reale che rimaneva era quella musica.

Malinconica, dolcissima, appassionata.

La voce raccontava una storia triste, di amore, di dolore, passione che non vuole spegnersi.

 

Il tango nasce così… Vive così. Di male d’amore.

 

Continuarono così, nessuno dei due avrebbe saputo dire per quanto tempo, se solo per un pezzo, o per cento…

Fino a che, la musica cesso’, la gente piano piano, andò via, ma loro ancora li’, in quella strada, sopra quel fiume, in quell’abbraccio che non voleva finire.

Forse era l’ultimo. Forse.

 

Gli strumenti, silenziosi, tornavano sazi dentro le loro custodie, ma il loro suono, ancora sussurrava alle orecchie dei due amanti, che con struggente dolcezza, continuavano nel loro gioco di abbracci e di carezze.

 

I loro corpi, ancora nel letto, nudi, caldi e frementi, loro no, non ancora sazi…

 

E. Tramontana

 

 

Torte Decorate Tango – Guida Pratica

pubblicato in: grandi eventi | 0

Se Ti Stai chiedendo Come fare a Decorare una Torta a Tema Tango …..!?

Allora seguimi !

 Guida Pratica   Torte Decorate Tango 

 

torte decorate tango ricette scritte

 

 

Grazie per avermi seguito fin qui, dove vedremo assieme le meraviglie della decorazione a tema Tango Argentino di torte in questa esclusiva Guida Pratica Veloce!

La decorazione di una torta, a tema Tango Argentino, porta evidenti benefici: la torta sembra indubbiamente più bella, ne esalta il sapore, da un bell’effetto “Milonguero Argentino!” e aggiunge un senso di occasione, di delizia per tutti i Tangueros e le Milogueras che la assaggeranno.

Essere quindi, il protagonista di quella bella decorazione, di bellissime Torte Decorate Tango, la persona capace di trasformare una torta basica in una enorme forma di bellezza e di arte, porta molta soddisfazione e appagamento.

Ricevere il ringraziamento e la lode della famiglia o di amici amanti come te del tango argentino, amici che seguono La Via del Tango , e perchè no di colleghi di lavoro, per come abbiamo realizzato una splendida torta con decorazioni di ballerini, per qualche occasione speciale ci fa sentire davvero orgogliose.

 

testata ider

Per alcune la decorazione è un Hobby, per altri una carriera.

Le Persone che fanno da sé, sono quelle che trovano divertente e gratificante cucinare le torte e poi decorarle per la loro famiglia o gli amici, senza contare il risparmio di denaro nel fare tutto da te. Con i giusti consigli e la mia personale esperienza, chiunque può padroneggiare questa arte. Inoltre sarai anche in grado di usare al meglio la tua immaginazione.

Continuando a progredire nelle tue abilità potrai sperimentare la gioia di rendere felici gli altri con la tua Torta decorata a Tango. 

L’arte del decorare avviene nel momento in cui un uomo o una donna ha trasformato la sua cucina in uno studio d’arte.

Quando una torta è decorata con un disegno artistico è piacevole sia per la Creatrice che per “l’Estimatore” de La Via del Tango al quale la tua Torta è destinata. La creazione di una torta non deve essere un’esperienza stressante, devi essere creativa. Non avere paura di provare nuove idee o tecniche. Se sei una milonguera principiante, puoi iniziare con la decorazione di torte semplici, questi sono i modi migliori per iniziare.

Decorare una Torta a tema di Tango Argentino, può essere semplice come usare uno stencil e spolverare di zucchero a velo o cacao in polvere sulla parte superiore della torta.

 

torte decorate tango carla

Le torte possono essere ricoperte con crema al burro, pasta di zucchero, o glassa. La torta così ricoperta può essere guarnita con ballerini a pasta di zucchero, rose con zucchero caramellato o con caramelle.

Si possono fare torte che somigliano ad una milonga, a un bandoneon, o a qualsiasi cosa che la vostra immaginazione riesce a creare.

Se vuoi essere amatrice in questo campo, dovi imparare le basi e raccogliere quanti più consigli puoi. Ci sono molti suggerimenti e molte idee disponibili. Puoi decidere di continuare a far torte e a decorarle come hai fatto finora oppure puoi scegliere di diventare esperta della decorazione.

Qualunque siano i tuoi desideri o obiettivi nel fare le tue decorazioni, ora che sei armata di questa Guida Pratica Veloce dedicata a questo scopo, diventerai una forza della natura, ottenendo l’invidia, l’ammirazione e la lode di chi ti circonda … il tutto divertendoti incredibilmente!

carla g. colotti

Carlita – Carla G. Colotti

Alcuni tocchi finali per dare alla torta un look raffinato.

Ti basta solo aggiungere una rosellina o una scarpa in pasta da zucchero, o anche più di una, mettere un merletto e farlo ondulato, disegnare con del cioccolato una coppia di ballerini di tango argentino, oppure preparare la coppia in pasta da zucchero e collocarla sopra la torta, una meraviglia, o con ingredienti semplici come del cocco in scaglie, o delle mandorle, schegge di cioccolato o altro, creare una atmosfera milonguera, con note che escono da un bandoneon, e vedere il risultato veramente bello e semplice … Ma se vuoi veramente portare la tua decorazione di torte a dei livelli più alti, con dei ritocchi che fanno la differenza, allora hai davvero bisogno di una buona Guida sulle Decorazioni di Tango Argentino.

torte decorate tango al cacao

Al tuo successo come Decoratrice:

Un abbraccio a presto Carlita 

Carlita G. Colotti 

 

 

 

1 2 3 4