Juan Gregorio Sánchez a la Via del Tango

pubblicato in: grandi orchestre, Senza categoria | 0

😉

Juan Gregorio Sánchez 

Bandoneonista, leader e compositore
(28 novembre 1920-29 luglio 1979)

Juan Gregorio Sánchez a la Via del Tango

Sanchez gorio la via del tango

Juan Gregorio Sánchez a la Via del Tango è un grande successo 

 

GITANA RUSA

 

 

Poema – Tango

 

 

El Amanecer

 

 

 Juan Gregorio Sánchez

E’ nato in Spagna ed era il figlio di Gregorio Sánchez e Aurora Fabieri.

Nel 1924 si trasferisce in Argentina e si stabilirono a San Nicolás, provincia di Buenos Aires e, intorno al 1930, si trasferirono definitivamente alla capitale federale.

Juancito aveva già avuto le sue prime lezioni di bandoneon a San Nicolás e, quando fu fondata a Buenos Aires, ha iniziato a studiare pienamente che strumento musicale.

Juan Gregorio Sánchez a la Via del Tango piace molto 

 

Sanchez Gorio la via del tango 33

Da accurate ricerche io Angelo Mangiapane, ho evidenziato che a 13 anni Juan Gregorio Sánchez ha formato un trio con José Basso e Alejandro González.

Successivamente è stato convocato dal violinista Alberto Pugliese,  a unirsi alla sua orchestra.

Nel 1937 ha continuato con Alberto Cima fino all’anno successivo quando Francisco Lauro, direttore d’orchestra noto come “Los Mendocinos”, lo chiamò a farne parte come bandoneon piombo.

Il pianista era Alfredo De Angelis e il cantante era Mario Landi. E ‘interessante sottolineare che Astor Piazzolla , prima di unirsi al Aníbal Troilo Orchestra, ha avuto una breve permanenza in quella line-up.

Nel 1939 Sánchez Gorio divisa con Lauro e, insieme con il pianista Bernardo Bas e il vocalist Mario Landi formarono un gruppo che è durato solo un anno.

Ha ideato il suo soprannome prendendo il suo secondo nome Gregorio e aggiungendo, come secondo cognome, le ultime cinque lettere del nome tolto.

Nel 1940 ha deciso di portare la sua orchestra e ha fatto il suo debutto sul LR4 Radio Splendid con il cantante Luis Botini.

Quest’ultimo aveva appena rotto con José Tinelli e ha cambiato il suo nome.

Il nome che ha adottato, Luis Mendoza, lo avrebbe reso famoso negli anni ’40.

Nel mese di luglio passò a Radio Prieto e ha aggiunto la sua conoscenza ben noto Mario Landi come secondo vocalist.

Nel 1943 l’orchestra era ben noto a Buenos Aires e il resto del paese. Il suo stile, molto ritmica ed estremamente adatto per il ballo, diventa di moda.

Sono stati assunti dalla RCA-Victor. On 18 Ago, 1944 incide il suo primo disco che comprendeva da un lato un tango che ha composto con testi di Horacio Sanguinetti , “Oriente”, e, dall’altro lato, Alfredo Pelaia valzer s ‘”Claveles mendocinos”, entrambi con Mendoza vocals.

Juan Gregorio Sánchez a la Via del Tango è un grande successo 

Hanno registrato di nuovo il 4 gennaio 1945, uno strumentale da Francisco Canaro “Milonga con Variaciones” e, con Mendoza, ” No me Importa do amor “di José Dames e Enrique Cadicamo .

A questo punto con la compagnia Victor ha registrato sei numeri, è riuscita a Corrientes Street, apparso alla sala da tè tango “El Marzotto” tutti i giorni durante il 1946 e giocato al Club Defensores in Santos Lugares nel 1947 balli di carnevale.

Nel 1948 ha assunto il cantante Jorge Linares che aveva diviso con il Pedro Laurenz Orchestra e, durante l’anno, ha fatto un tour di successo in tutto il paese. Ha continuato in seguito in Uruguay.
Mendoza, Gorio e Bazán
Alla fine del 1949 il cantante Osvaldo Bazán si unì a loro, dopo una permanenza nell’orchestra guidata da Emilio Balcarce . Il primo, insieme a Mendoza, sarebbe diventato una delle squadre più popolari di quel tempo.

Nel 1951 ha firmato con la nuova etichetta “Orfeo”, che in seguito sarebbe stato inghiottito dalla CBS Columbia.

Nel mese di settembre hanno registrato la strumentale ” Rodríguez Peña “e con il duo Mendoza-Bazán hanno tagliato il suo valzer con testi di Reinado Yiso , “Comodoro Rivadavia”.

Ma la sua hit record potrebbe avvenire nel 1952 con il tango ” Gitana rusa “, con Luis Mendoza alla voce. Questo pezzo era stato rilasciato da Osvaldo Fresedo con Oscar Serpa alla voce dieci anni prima e da Ricardo Malerba con il cantante Orlando Medina .

Ha composto la musica di quel numero e il poeta Horacio Sanguinetti scrisse i suoi testi. E ‘stato ispirato nella melodia di un musicista ebreo di Ukrania, come Julio Nudler rivela nella sua opera ” The Gypsy ebraica “.

Questa curiosità, mette in evidenza la capacità di Sánchez Gorio a sviluppare un po ‘di musica country in un tango di straordinaria acclamazione popolare.

Negli anni successivi ha continuato il che appare su stazioni radio e ballare sale da tè, e suoi dischi sono stati venduti con successo. Nel 1957 ha fatto un importante tour del Brasile.

Al loro ritorno i suoi cantanti Luis Mendoza (18 anni con Gorio) e Osvaldo Bazán dividere con l’orchestra e sono stati sostituiti da Raúl Ledesma e Julio Fontana. Poco dopo Ledesma passato a Miguel Caló e fu sostituito da Roberto Mancini .

Ai balli di carnevale, nel 1959 apparve presso il Club Victoria della provincia di Buenos Aires. Poi i suoi cantanti erano Osvaldo Bazán (torna in orchestra), Cholo Aguirre e Julio Fontana. Durante tutto l’anno è stato assunto da LR1 Radio El Mundo e il cabaret “El avión de La Boca”.

A partire dal 1960, come tutto il milieu tango, sentì il cambiamento che gli impresari delle case discografiche, stazioni radio e la televisione hanno prodotto. Hanno fortemente sostenuto la musica di origine straniera chiamato “nueva ola”.

Le sue ultime apparizioni sono state in televisione alla mostra “Ronda de Asi” emceed da Héctor Larrea.

Questo notevole musicista morì a 58 anni. Non solo dovremmo lo ricordiamo perché era un buon giocatore bandoneon, ma anche per la sua orchestra, che per 20 anni ha vinto il cuore del popolo del nostro paese con il suo stile ritmico e del suo repertorio sentimentale.

Era così grande per la radio e l’industria discografica.

Infine, voglio sottolineare il suo contributo come compositore e anche parlare dei poeti di talento che hanno aggiunto poesia alla sua opera: Eugenio Majul , Horacio Sanguinetti , Reynaldo Yiso , tra gli altri.

 pubblicato da Angelo Mangiapane

© ANGELO MANGIAPANE CAFFEINA WOODOO MARKETING – MARKETING E COMUNICAZIONE