Cosa conta nel Tango Argentino?.. su La Via del Tango

pubblicato in: grandi artisti | 0

 

Perché un Abbraccio conta più di 3 passi? (anche se meno esibito)

 

Cosa conta nel Tango Argentino? (su La Via del Tango)

 

Contano quanti bei passi coreografici fai… o la sensazione del Cuore nel tuo Tango?

 

Ovviamente dipende da quello che vuoi ottenere.

 

la via del tango mangiapane angelo

 

E il “risultato” che ottiene un ballerino è in qualche modo misurabile in maniera oggettiva?

 

Perchè se sei un ballerino e ti interessa soltanto esibirti per gli altri, con complessi passi coreografici, quello che conta sono solo quanti passi plateali incastri o quanto “figo” ti fa il tuo passo.

 

Ma è una visione decisamente limitata se ami La Via del Tango 

 

E’ semplice dire che se la misura con cui definisci i risultati è quella di quanto in evidenza ti mette il tuo passo coreografico; quindi più è complesso e più ottieni risultati migliori.

 

Ma quella, se non per alcuni, non è l’unica misura possibile.

 

Ovviamente ciò che ha a che fare con il cuore, il Sentimento, è più dificilie da comprendere e genera un numero minore di interessati… All’inizio.

Ma magari tra 3 anni di quel ballerino che si esibiva così bene in milonga, se ne sarà perso traccia, mentre chi ama con sentimento il tango, la sua musica la sua poesia, tra 30 anni, chi ha seguito il cuore, sarà ancora li in milonga, abbracciato alla sua compagna, ballando un tango di assoluta bellezza.

 

Solo che se non sei in grado di valutare la perfezione del Sentimento, per te, l’abbraccio della poesia del tango è esattamente uguale a quello di una noiosissima conversazione con una persona incontrata al bar.

 

Qual è il livello di dettaglio che sei in grado di percepire in un tango argentino… che ti permette di distinguere che “questo non è quello”?

 

Quando ho iniziato a frequentare la scuola di tango e ad imparare i passi e le figure, mettevo una figura dietro l’altra, con la musica di tango che il maestro sceglieva per la lezione, e non lo capivo, dopo un po’ mi veniva una stanchezza… ma sentivo che lì dentro c’era qualcosa di completo ed interessante che al momento non decodificavo e che proprio per questo mi “stancava” imparare.

Dopo 9 di mesi di frequenza costante, all’improvviso inizio a percepire tutto il ventaglio di sensazioni di quel tipo di linguaggio ed a intravederne la bellezza.

 

E’ così anche quando studi una lingua, prendi la patente, guardi dei film e non li capisci e dopo alcuni mesi di studio, all’improvviso il tuo livello di comprensione aumenta improvvisamente ed in modo non lineare.

 

La naturale fluidità e la bellezza spesso non sono immediatamente percepibili.

 

la via del tango angelo mangiapane

 

Richiedono accorgimenti, capacità di valutare e decodificare un vero e proprio linguaggio, che ancora non hai e che va costruita.

 

E questo richiede cuore e molto sentimento:

 

Come l’amore necessario per imparare una lingua.

.
Come il sentimento per comprendere quel qualcosa di più che senti nel ballo di Miguel Angel Zotto e Daiana Guspero.

 

Quanto tempo passi a studiare figure complicate e complesse al solo scopo di metterti in mostra?

 

Quanto tempo passi ad esporti a stimoli che riguardano il cuore del tango, il sentimento, la poesia, l’abbraccio, le musiche e le parole del tango, capaci di generare per te grande soddisfazione e che non ritieni importanti, ma che intuisci potrebbero diventarlo nel momento in cui inizi a comprenderli?

 

Perchè ti assicuro una cosa… nel lungo periodo la bellezza e l’armonia del tuo tango, dipende esclusivamente da questo rapporto.

Da quanto del tuo tempo dedichi a quello che non comprendi… per costruire la capacità e la sensibilità che ti consentiranno di comprenderlo e di farlo funzionare per te un giorno.

 

Ballando un Tango di assoluta bellezza, con un abbraccio intimo intenso e profondo per conquistarti il cuore

che succede prima o poi in maniera naturale quando hai chiaro ciò che conta veramente per Te.

 

angelo mangiapane e miguel angel zotto

Miguel Angel Zotto e Angelo Mangiapane

 

Un abbraccio a presto Angelo Mangiapane e Carla G. Colotti

su La Via del Tango